Necessario se a bordo nessuno ha la patente, è vivamente consigliato per le prime esperienze e le navigazione più impegnative. Allo skipper spetta la parola definitiva sulla navigazione, sulla sicurezza e sul generale andamento della barca, inoltre risponde dei danni causati dalla navigazione dell’imbarcazione; tuttavia per cercare di accontentare il cliente. Per evitare malintesi è dunque bene manifestargli sempre chiaramente le esigenze ed i desideri ed interagire con le sue scelte.

Quando avrai fatto abbastanza miglia di navigazione come aiuto skipper e penserai seriamente di intraprendere la tua prima crociera al comando dell’equipaggio e della barca, allora fermati un istante a guardare l’orizzonte. Poi chiudi gli occhi e immaginati la fuori, tutto solo tra le onde, ora chiediti come faresti a riportare la barca in porto, come sceglieresti una rada sicura, come lasceresti l’ancoraggio per un improvvisa rotazione del vento, come riusciresti ad infondere sicurezza al tuo equipaggio, …….. o più semplicemente come faresti a resistere ad un tramonto mozzafiato….

Se ognuna di queste domande avrà una risposta certa, immediata, irrevocabile, allora sarai pronto per issare le vele.