La rotta più breve non sempre è quella meno interessante ed il Golfo dei Poeti ne è la palese dimostrazione. Una costa dai mille colori, suggestiva e unica; borghi a picco sul mare, verdi colline e acqua cristallina. Il golfo della Spezia si lascia scoprire tranquillamente e non sorprende che questa terra fu fortemente amata da poeti e scrittori come Shelley, Byron, Petrarca e Montale. Da loro ha preso il suo nome di golfo dei Poeti, che da Tellaro arriva fino a Portovenere abbracciando tra due promontori spiagge, coste frastagliate, mare azzurro, antichi borghi e natura selvaggia.

Lerici, San Terenzo, Fezzano, Le Grazie, l’isola Palmaria, il Tino e il Tinetto, luoghi incantati e piacevoli, anticamente parte di quella che era la Lunigiana storica, cosa diversa dalla Lunigiana attuale, ma cosa unita nei costumi, nelle tradizioni e nella cucina.

Appuntamenti da non perdere nel Golfo dei Poeti…

  • 24 Giugno (e week-end adiacente) a Fezzano festa di S. Giovanni, sagra con fiera-mercato di artigianato ed enogastronomia, spettacoli di musica leggera e danza, mostra di pittura e gara remiera pre-palio.

  • Tutti i week-end di luglio  Sagra del muscolo, a Cadimare .

  • Prima domenica di agosto la Festa del Mare a La Spezia con il “Palio del Golfo”, sfida in barca tra le 13 borgate della Spezia, che si conclude con uno spettacolo pirotecnico serale.

  • Secondo week-end di agosto a Tellaro si tiene la tradizionale Sagra del Polpo, ricordo di una nota leggenda popolare locale.

  • 17 Agosto a Portovenere, ricorrenza religiosa della “Madonna Bianca”: l’intero borgo e il promontorio della chiesa di San Pietro sono illuminati con lumi ad olio per un’atmosfera molto suggestiva

  • 8 settembre a Le Grazie festa di “N.S. delle Grazie” con spettacolo pirotecnico

  • 13 Settembre e la domenica successiva e’ possibile visitare l’Isola del Tino in occasione della ricorrenza di S. Venerio, patrono del Golfo della Spezia e dei fanalisti d’Italia.